Vai a sottomenu e altri contenuti

Salma - autorizzazione cremazione

La cremazione dei defunti è autorizzata dall'ufficiale di Stato Civile del Comune dove è avvenuto il decesso.

Requisiti

L'autorizzazione alla cremazione deve essere concessa sulla base della volontà testamentaria espressa dal defunto (testamento in forma olografa o reso e depositato presso un notaio), oppure per regolare iscrizione ad una associazione (Socrem) che abbia tra i propri fini la cremazione delle salme dei propri associati. oppure dal coniuge o in difetto (nel caso il defunto fosse celibe/nubile, vedovo/a, divorziato/a) dal parente più prossimo (a norma del Codice Civile) e nel caso di più parenti dello stesso grado, dalla maggioranza di essi. Tali manifestazioni di volontà devono essere rilasciate all'Ufficiale dello Stato Civile.

Costi

-

Documenti da presentare

  • domanda in bollo;
  • estratto del testamento in bollo, o iscrizione certificata dal Presidente ad una SOCREM o, dichiarazione dei familiari aventi titolo, resa nelle forme semplificate previste per la presentazione delle istanze;
  • certificato medico, con firma autenticata del coordinatore sanitario USL, che attesti che la morte non è dovuta a reato. In caso di morte violenta o sospetta dovrà essere acquisito nulla-osta alla cremazione dell'Autorità Giudiziaria. Tale certificato deve contenere la dichiarazione che il defunto non era portatore di protesi elettro-alimentate o che le stesse sono state rimosse a cura e spese dei familiari o degli altri soggetti obbligati;
  • marca da bollo e 0,52 € per diritti comunali da apporre sul provvedimento.

Incaricato

L'Ufficiale di Stato Civile

Tempi complessivi

-

Note

Le ceneri sono raccolte in una urna di materiale adeguato recante nome e cognome del defunto data di nascita e di morte.
La consegna delle ceneri è effettuata dal gestore dell'impianto di cremazione al soggetto incaricato che deve dichiarare per scritto la destinazione finale dell'urna.
La dichiarazione verrà conservata sia presso l'impianto di cremazione, che presso il comune in cui è avvenuto il decesso; una copia verrà consegnata all'incaricato e costituisce anche documento di accompagnamento per il trasporto delle ceneri.
L'urna cineraria, in mancanza dell'autorizzazione alla custodia personale o alla dispersione, dovrà essere immediatamente consegnata al cimitero individuato quale destinazione finale.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto